Politica nazionale
Carattere

(Antonio Gaudiano) -  Non fa sconti “la gente”

che tu sia al potere da un mese o da un anno o da dieci. Che sia un delitto ‘eccellente’ di mafia o di camorra. Oppure, come in questo caso, un disastro: come questo del crollo del ponte ‘Morandi’ di Genova, specie se il disastro era annunciato. Ad essere fischiato è il potere. Il potere “a prescindere”; e, di riflesso, osannata è la minoranza che a quel potere si oppone.

Ieri le carte sono state sparigliate e quella che avrebbe dovuto essere la ‘normalità’, è stata disattesa. Dalla ‘porta di servizio’ è dovuto entrare Martina, il segretario del PD, che sembrava un asino in mezzo ai suoni, spaesato, non a suo agio. Almeno questo restituivano ai telespettatori le immagini passate dai telegiornali. Mentre ‘il potere’ rappresentato da Di Maio e Salvini veniva applaudito. “La gente” riflette e, innanzi a tragedie del genere, le sue riflessioni diventano certezze, scelte di campo.