Capua-agro caleno
Carattere

Capua - Giovedì 8 giugno al Liceo “L. Garofano” di Capua,

l'assessore alle Politiche Sociali della Regione Campania Lucia Fortini ha chiuso il ciclo di attività formative di Scuola Viva. Accompagnata dal Dirigente Scolastico prof. Giovanni Di Cicco ha visitato tutti gli stand allestiti per gli otto moduli del progetto ed ha assistito alla performance musicale degli alunni del Liceo Musicale. La Regione Campania ha investito 25 milioni di euro in 454 scuole della Campania. I numeri della condivisione e della partecipazione sono eloquenti: oltre 400 mila gli studenti coinvolti nei circa 3 mila moduli didattico-formativi, composti da 115 mila ore di lezioni straordinarie per circa 37 mila aperture settimanali rivolte alla platea scolastica e al territorio che coinvolgeranno anche 3 mila associazioni, strutture formative, professionisti, esperti ed enti preposti. Con il progetto “Scuola Viva” il Liceo “L. Garofano” ha aperto le porte anche di pomeriggio per tante attività da aggiungere alle normali attività curriculare con uno scopo importante: conquistare la fiducia dei giovani del territorio invogliandoli a scegliere la scuola come luogo privilegiato di aggregazione, in alternativa al bar, al circolo, alla strada. E' stato un progetto importante per combattere il disagio e la dispersione scolastica. Con il contributo previsto il Liceo ha attivato otto moduli. Tema centrale e denominatore comune dei moduli è stata la multiculturalità, l’interazione generazionale genitori/figli e l’acquisizione di competenze spendibili nel Mondo del lavoro attraverso percorsi pratici e ricreativi. E l’utenza ha risposto positivamente partecipando in modo attivo e costruttivo agli incontri programmati di pomeriggio. Il modulo 1 “Lavoriamo con la Chimica” e il modulo 2 “Lavoriamo con la Fisica” sono stati un rafforzamento dei percorsi di Alternanza Scuola Lavoro ed hanno portato i partecipanti a stretto contatto con le realtà lavorative del territorio. Il modulo 3 “Teatrando con la Musica” e il Modulo 4 “Insieme per la musica”, hanno coinvolto i giovani in attività di laboratorio tematico. Il modulo 5 ha offerto uno scenario linguistico importante. Finalità specifica dell’intervento formativo è stato l’apprendimento della Lingua Inglese soprattutto con riferimento all’acquisizione o potenziamento del livello B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per l’apprendimento delle Lingue Straniere (CEFR) . Il modulo 6 ha riguardato l’acquisizione dell’informatica. Lo sviluppo delle competenze digitali e in generale della consapevolezza digitale è fondamentale per un territorio che soffre su questo campo di uno svantaggio molto grave nei confronti della gran parte dei Paesi Europei, come rilevato da diversi rapporti internazionali. L’Intervento Formativo ha offerto la possibilità ai giovani destinatari dell’intervento di acquisire conoscenze di base del pc spendibili nel Mondo del Lavoro. Il modulo sette ha avuto ad oggetto lo sport, la diffusione della cultura dello sport come fonte di benessere ed equilibrio valorizzando gli aspetti formativi dello Sport, proponendolo come strumento didattico in grado di contribuire, in armonia con altri insegnamenti, ad un equilibrato sviluppo di tutte le aree delle personalità nonché come strumento di socializzazione anche tra differenti generazioni. Interessante è stato il modulo 8, che ha avuto per oggetto il mondo dell’informazione. Il modulo ha rappresentato un modo per avvicinare gli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore e giovani del territorio alle problematiche contemporanee, alla politica, alle realtà della società e del mondo che ci circonda; ha vuole, inoltre, avviare gli alunni al uso della lingua scritta finalizzato alla trattazione di tematiche a loro vicine. La scrittura è anche strumento per affrontare problematiche interne al proprio essere, a volte è strumento per dar voce ai pensieri e alle idee. È un modo per rapportarsi con il mondo esterno affermando le proprie opinioni e acquisendo senso critico. Tutti i moduli sono stati realizzati tra gennaio e Luglio 2017. Le iniziative sono state totalmente gratuite e aperte al territorio, rivolte principalmente agli studenti iscritti ma anche agli studenti degli altri istituti del territorio e ai giovani fino ai 25 anni di età, italiani e stranieri, perché l’obiettivo principale è stato il coinvolgimento globale di tutta la popolazione. Partner del Liceo “L. Garofano” nel Progetto “Scuola Viva” sono stati: l’Associazione “Gli amici del Garofano”; l’ Istituto Comprensivo “Pier delle Vigne”; la Provincia di Caserta; la Biblioteca Arcivescovile di Capua; l’ ACPH Onlus; il Music Time; l’ APOLLON onlus;  la Cooperativa sociale FELIX e la Cooperativa sociale OBELIX.