Basso Volturno
Carattere

Grazzanise - (Raffaele Raimondo)

Giugno si apre, nel variegato ambito pubblico, con una seduta ordinaria del Consiglio comunale convocata dal presidente Benito Palazzo per le ore 10,30 del 1° giorno del mese in coincidenza, sul piano politico nazionale, col giuramento del Governo Conte emerso dopo il lungo travaglio successivo alle elezioni politiche del 4 marzo scorso.                                                                                                    

Originariamente due i punti all’odg: 1)Approvazione verbali seduta precedente; 2)Approvazione del rendiconto della gestione per l’esercizio 2017 ai sensi dell’art. 227 del D.Lgs. n. 267/2000. Con l’ordine aggiuntivo del 28 maggio ne sono stati aggregati altri due: 3)Approvazione regolamento per la disciplina del videosorveglianza nel territorio di Grazzanise; 4)Conferimento Encomio solenne al Maresciallo Luigi De Santis Comandante Stazione dei Carabinieri Grazzanise.

Numericamente ridotti, gli argomenti in discussione si prestano tuttavia ad un esame e ad un confronto che, in linea di previsione, si preannunciano serrati: il che (malgrado l’orario mattutino che favorisce soltanto anziani e pensionati) potrebbe indurre una partecipazione di pubblico carente negli ultimi mesi per ragioni di diversificate origini.

Sostanzialmente l’approvazione del Consuntivo 2017 è senza dubbio il punto più rilevante, per quanto attiene alle tasche dei cittadini e agli impegni di spesa che l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Vito Gravante ha sostenuto nel decorso anno e che verranno rendicontati in assise secondo le pezze d’appoggio raccolte dall’Ufficio Finanze e Tributi di cui adesso è responsabile il ragionier Michelina Conte.

Parallelamente assume notevole importanza civile l’Encomio solenne che l’Ente ha ritenuto di dover conferire al maresciallo Luigi De Santis, comandante la locale Stazione dei Carabinieri, per i meriti professionali ed istituzionali espressi, sia durante la sua annosa e stretta collaborazione col predecessore Baldassarre Nero, sia in questo periodo, parimenti assai fertile, nel quale egli è al vertice della Caserma che estende la sua competenza sul confinante Comune di Santa Maria la Fossa dove De Santis gode di significativi apprezzamenti.

Contemporaneamente non appare di poco conto la determinazione cui al postutto si sta giungendo in ordine alla videosorveglianza che di fatto è una necessità da tempo avvertita per la maggiore sicurezza della popolazione e di cui si ricominciò a parlare con insistenza nell’agosto 2013, quando avvennero gravi fatti vandalici all’antico cimitero.

Parallelamente agli accennati punti all’odg, si va intensificando il “fuoco di fila” della componente minoritaria consiliare denominata Senso Civico che, alcuni giorni fa, ha inoltrato un esposto relativo al depuratore della frazione Brezza (chiedendo, fra l’altro, “perché non si sono messe in atto procedure ordinarie di intervento anziché un ordine di servizio per somma urgenza”); nel contempo ha reclamato risposta in merito ad una richiesta di osservazioni su una delibera giuntale del dicembre 2017 presentata addirittura in gennaio e rimasta finora inevasa.

Ultimamente la stessa componente ha insistito attraverso un comunicato-stampa col quale «Enrico Petrella, capogruppo di opposizione del gruppo Senso Civico, ritorna sulla questione dei 5.000 € spesi dal Comune per la festa di settimana scorsa. Infatti il Sindaco,  aveva dichiarato, durante la serata di sabato, che il Comune non aveva sborsato niente dalle proprie casse (cosa smentita dalla determina del responsabile dell’area amministrativa n 156 del 23/05/2018). A questo punto il leader di Senso Civico si chiede perché tale somma non è stata impegnata per imbastire la procedura concorsuale per l’assunzione di vigili urbani, dando così la possibilità ai giovani del territorio di potervi partecipare?  Infatti l’Amministrazione ha dichiarato di aver assunto i vigili di Capua proprio per risparmiare e non gravare sulle casse del Comune; era quindi il caso di bruciare € 5000 per fare festa?».

Palesemente la vexata quaestio fa capo alla manifestazione “Bianca come il latte” del 25/26 maggio uu.ss. bollata “Rosso come il sangue” dai petrelliani che forse non han saputo che i 5.000 € sono stati soltanto anticipati dal Comune, giacché, come ebbe a precisare il sindaco durante l’incontro coi giornalisti, saranno poi rimborsati a rendiconto alla municipalità.

INVIA COMUNICATO STAMPA

Per poter pubblicare i tuoi comunicati stampa, corredati da foto,  scrivi un'email a comunicati@primapaginaitaliana.it

 

 

Mobile Roma - Milano 168 x 150

Generici Statici Image Banner 234 x 90

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere costantemente aggiornato sulle notizie più lette della settimana, che riceverai sulla tua mail. E' un servizio assolutamente gratuito.