Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /web/htdocs/www.primapaginaitaliana.it/home/plugins/system/t3/includes/menu/megamenu.php on line 137
Valle Suessola - Prima Pagina Italiana Quotidiano On Line

Santa Maria a Vico - Riceviamo e pubblichiamo. “Parlare senza essere a conoscenza dei fatti, dimostra  approssimazione  e superficialità”. Lo afferma il sindaco di Santa Maria  a Vico, Alfonso Piscitelli, in  risposta all’ accusa infondata , a mezzo stampa,  di disattenzione verso  gli episodi di criminalità che hanno interessato il comune vicano in questi giorni. “ Gli incontri  con  le forze dell’ordine sulle tematiche della sicurezza e la disposizione di linee operative per contrastare la criminalità, non possono essere divulgati, restano nel riserbo per non  compromettere  le indagini. – aggiunge il primo cittadino  santamariano -  Il mio impegno  è massimo, e anche  la Prefettura  sta prestando massima attenzione  al nostro territorio.  Vorrei inoltre ricordare che il problema è stato  oggetto di una interrogazione al  Governo, a firma  del senatore Vincenzo D’Anna,  nella quale richiedeva una maggiore vigilanza,  un potenziamento dei mezzi e  dei controlli sul territorio della Valle di Suessola. Per quanto riguarda l’accusa  della mia assenza  all’inaugurazione  della  biblioteca intitolata a Don Peppe Diana,  è  mera strumentalizzazione  , poiché, il giorno prima ho partecipato alla manifestazione  della Staffetta della Legalità. Impegni professionali mi hanno impedito di presenziare all’evento, il giorno successivo,  ma c’era il delegato alla P I, l’assessore Clemente Affinita, che ha rappresentato l’Amministrazione. Sminuire  il successo di un giorno festivo e della buona riuscita dell’evento Carnevale  e rapportarlo ad  avvenimenti criminali  è sintomo di incoscienza, ovvero, di chi non conosce ”. 

Il Sindaco Alfonso Piscitelli

 

SANTA MARIA A VICO - Mercoledì 17 aprile, alle ore 10, i rappresentanti delle istituzioni procederanno alla riapertura simbolica del negozio di abbigliamento di piazza Umberto I a Santa Maria a Vico (Ce), chiuso, nei giorni scorsi, perché taglieggiato dai boss del racket. L’episodio era stato denunciato alle forze dell’ordine dalla titolare dell’esercizio, Rosita Perrotta, già oggetto, in passato, di altre minacce di natura estorsiva.

Mercoledì prossimo, dunque, il senatore Vincenzo D’Anna (Pdl), presidente nazionale di Federlab Italia (l’associazione dei laboratoristi d’analisi), insieme con il sindaco di Santa Maria a Vico, Alfonso Piscitelli, i consiglieri comunali, il comandante della locale stazione dell’Arma, maresciallo Conca, i rappresentanti di altre istituzioni territoriali e la proprietaria della boutique “chiusa per racket” procederanno alla riapertura del negozio di piazza Umberto I. Successivamente, si recheranno dal prefetto di Caserta, dott. Carmela Pagano, per chiederle di attivare le procedure di legge previste in casi del genere. 

SANTA MARIA A VICO - L’Amministrazione Comunale di Santa Maria a Vico, in collaborazione con la Pro Loco e il Forum dei Giovani, venerdì 27 settembre, alle ore 18, presso il Chiostro della Basilica dell’Assunta, mette in scena una serata all’insegna della Legalità, presentando il libro “Il Colore dell’Inferno” del colonnello  Antonio del Monaco, del Comando Militare esercito “Campania”, un successo letterario in 6^ ristampa ed edito da Guida. L’evento, voluto in maniera particolare dall’assessore ai Grandi Eventi, Pasquale Crisci, s’inquadra nell’ambito di una serie di incontri nei quali le tematiche al centro  del dibattito saranno: legalità, politica nel contesto attuale, giovani e lavoro. Intensa la scaletta della serata, che prevede i saluti introduttivi dell’assessore Pasquale Crisci e del Sindaco Alfonso Piscitelli. Seguiranno gli interventi del Senatore Vincenzo D’Anna,  vicepresidente della commissione Affari Europei di palazzo Madama, del Dott. Francesco Soviero, Magistrato della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, di Don Luigi Merola, Presidente Fondazione Onlus 'A voce d'’e creature e a conclusione dei lavori, l’autore Antonio del Monaco, psicologo dell’Esercito ed ideatore del Progetto Sorgente Educativa. Parteciperanno i parenti del carabiniere Salvatore Nuvoletta vittima del dovere, ucciso a Marano il 2 luglio del 1982 per ordine del boss Francesco “Sandokan”. Modera, Giusy de Simone. Come afferma l'autore il libro è rivolto - sotto il profilo educativo - alle future generazioni, come momento di riflessione per allontanarle dalla strada della illegalità, che può determinare una cronicizzazione del disagio per diventare, poi, una vera patologia. Ed è proprio in questa ottica che interverranno numerosi alunni che coordinati dall’insegnante Pina Pascarella animeranno il dibattito a conclusione dei lavori. L'altra strada maestra è quella della rieducazione che vuole essere uno stimolo per tutti coloro che hanno vissuto o vivono di perenne “sclerocardia emozionale associativa” (indurimento del cuore alle emozioni positive), affinché la consapevolezza di tale processo patologico possa dare a loro la speranza di trovare nella lettura la chiave giusta per determinare un cambiamento radicale. L'intento di questo lavoro è quindi duplice, infatti, duplice vuol essere la finalità del suo messaggio: educativo e rieducativo. Il libro raccoglie storie di vita vissuta di bambini, famiglie e vittime che vivono in quartieri a rischio, sulla base di progetti e iniziative intraprese dal giovane prete che lotta la camorra Don Luigi Merola, con l'obiettivo di sensibilizzare le istituzioni nazionali ad intervenire concretamente. 

 

S. MARIA A VICO - Bagno di folla per l' Onorevole Vincenzo D'Anna, candidato al Senato in Campania per il PDL.

Più di mille persone erano presenti stasera presso il ristorante “Villa Alba”, a sostenere il Deputato santamariano, presidente nazionale di FederLab Italia.

Il Parlamentare ha ribadito le sue posizioni sulla necessità di uno Stato a servizio dei cittadini e non viceversa, ha soprattutto evidenziato come il Presidente Berlusconi intenda alleggerire la pressione fiscale degli italiani , in particolare delle fasce indigenti: "la prima casa non si tocca e non può essere oggetto di pignoramento" - così l'On. D'Anna che ha aspramente criticato anche il ruolo espletato da Equitalia.

Al fiume in piena del Deputato santamariano ha rincalzato l'ospite tanto atteso della serata, l'On. Alessandra Mussolini, ne ha avuto per tutti i rappresentanti degli altri schieramenti politici, responsabili dell'attuale situazione economica e sociale in cui versa l'Italia in questo momento. Una platea attenta ha manifestato grossi consensi durante gli interventi, ma soprattutto nel momento in cui sono stati letti i sondaggi che vedono il PDL in netto sorpasso sul PD.

Presenti in sala i rappresentanti delle amministrazioni locali dei paesi limitrofi e tantissimi amici, anche di altri schieramenti politici. Al dibattito politico hanno partecipato il Sindaco Alfonso Piscitelli e il coordinatore del PDL di Santa Maria a Vico, Maurizio Masiello.

Altri articoli...

INVIA COMUNICATO STAMPA

Per poter pubblicare i tuoi comunicati stampa, corredati da foto,  scrivi un'email a comunicati@primapaginaitaliana.it

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere costantemente aggiornato sulle notizie più lette della settimana, che riceverai sulla tua mail. E' un servizio assolutamente gratuito.