Primalex
Carattere

Colpa dell'art. 34 del DL 8 aprile 2020, n. 23

(pubblicato in G.U. la notte scorsa) se, mentre le Casse private erano pronte per erogare i mitici 600 euro ai professionisti, tutto viene rinviato. L'art. 34 recante "divieto di cumulo pensioni e redditi" stabilisce che i professionisti "... devono intendersi non titolari di trattamento pensionistico e iscritti in via esclusiva". Insomma devono dichiarare di non fruire dei trattamenti da parte di altri enti e di essere iscritti in via esclusiva alla cassa di categoria. In verità il modulo della Cassa forense prevedeva al punto terzo una tale dichiarazione; ma la decisione di sospendere i pagamenti è stata assunta all'unanimità dalle 20 casse aderenti all'Adepp e, dunque, anche gli avvocati dovranno uniformarsi.

Per quanto riguarda in particolare gli avvocati la Cassa Forense con una delibera ha precisato che dovranno "rilasciare una ulteriore dichiarazione attestante l'iscrizione in via esclusiva a Cassa Forense". Tale dichiarazione dovrà essere fatta entro e non oltre il 30 di aprile 2020.