Mondo
Carattere

Un lampo di calore al momento dell'incidente dell'aereo russo nel Sinai è stato rilevato da un satellite Usa. Lo riferisce la Cnn, che cita un funzionario americano a conoscenza dell'inchiesta. I servizi segreti americani e funzionari militari stanno analizzando i dati per determinare se il lampo si sia verificato a mezz'aria o sul terreno. Secondo gli esperti, il lampo di calore potrebbe essere legato a una serie di possibilita': il lancio di un missile, l'esplosione di un ordigno o di un motore difettoso, un problema strutturale che ha causato un incendio sull'aereo o i rottami che hanno colpito il suolo. "Il numero dei lampi di calore e' fondamentale", ha detto l'analista dell'aviazione Usa, Miles O'Brien. "Se uno solo e' stato rilevato, questo in qualche modo potrebbe allontanare il lancio di un missile e portare all'idea di un'esplosione a bordo dell'aereo", ha aggiunto. Intanto un secondo velivolo del ministero delle Emergenze russo con a bordo i resti di alcuni dei passeggeri dell'Airbus A-321 è atterrato all'aeroporto Pulkovo di San Pietroburgo, come riferisce l'agenzia Interfax. Un primo aereo con 144 corpi era atterrato a San Pietroburgo ieri mattina. Identificati i corpi di nove delle 224 vittime della sciagura.