Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /web/htdocs/www.primapaginaitaliana.it/home/plugins/system/t3/includes/menu/megamenu.php on line 137
Bonus professionisti da 600 e 1000 euro, Catalfo non sblocca i fondi - Prima Pagina Italiana Quotidiano On Line

Primalex news
Carattere

(Antonio Gaudiano)

- “C’è, inoltre, da risolvere (auspicabilmente mediante un’errata corrige da pubblicare in Gazzetta Ufficiale) – si legge sul sito ufficiale della Cassa Forense - il problema creato da due norme del “Decreto rilancio” che, da una parte (art. 78), rifinanzia la misura di marzo anche per aprile e maggio e, dall'altra (art. 86), rende il bonus già erogato incompatibile con quello dei mesi successivi”.

Secondo fonti del Ministero del Lavoro, riferite da Repubblica, risalenti alla fine della scorsa settimana, il ministro Catalfo nei “prossimi giorni” avrebbe dovuto emettere il decreto interministeriale che avrebbe dovuto sciogliere ogni dubbio circa la contraddittorietà normativa tra l’art. 78 del DL 34/2020 (c.d. Decreto Rilancio) che reca: “Ai fini del riconoscimento anche per i mesi di aprile e maggio 2020 dell'indennità per il sostegno del reddito dei professionisti iscritti agli enti di diritto privato di previdenza obbligatoria…”, e che provvedeva ad aumentare lo stanziamento da 300 milioni a 1.150 milioni i fondi disponibili; e l’art. 86 che prevede il Divieto di cumulo tra indennità (Art.86 - Divieto di cumulo tra indennità - Le indennità dì cui agli articoli 84, 85, 78 e 98 non sono tra loro cumulabili e non sono cumulabili con l'indennità di cui all'articolo 44 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito con modificazioni dalla legge 24 aprile 2020, n. 27. Le suddette indennità sono cumulabili con l'assegno ordinario di invalidità di cui alla legge 12 giugno 1984, n. 222”).

Il problema è che ad oggi tale decreto “promesso” non ancora è stato partorito ed un’intera classe forense ancora aspetta. Ma, diremo, non solo gli avvocati. Il problema infatti riguarda anche tutti gli altri professionisti iscritti alle casse di previdenza private.