Basso Volturno
Carattere

All’esterno potrebbe sembrare illeggibile quello che si sta verificando nella nascente delegazione di Cancello ed Arnone, ma in realtà, a tutti i membri attivi l’accaduto è ben chiaro. 

Ennesima fumata nera nonostante il partito provinciale abbia cercato, attraverso il garante avv. Vito Marotta, di mediare un accordo tra le due anime delineatesi. 

L’ostacolo principale è rappresentato dal metodo di selezione utilizzato per l’individuazione della figura del segretario che viene imposto e non scelto e condiviso dalla base. 

Da un lato il presidente del consiglio comunale, Di Puorto che cerca letteralmente di imporre il proprio candidato, Bernardo Baldascino, dall’altro la compagine rappresentata dai renziani Abbate, Branco, Musone e supportata dai militanti Ricciardone, Chierchia, Toma, De Cristoforo e Stellato. 

I non allineati al diktat di Di Puorto hanno costituito un gruppo promotore denominato “Cancello Arnone CambiaVerso” che accusa lo stesso Di Puorto di praticare una politica datata e lontana dalle esigenze della popolazione alla quale l’azione politica deve necessariamente rivolgersi.  

Il gruppo contesta la decisione unilaterale del Di Puorto di imporre il suo capolista, pretendendo sia la maggioranza in seno al direttivo che al collegio dei probiviri, forte di una autodichiarata maggioranza.

Un’ ulteriore inasprimento dei rapporti si è avuto quando, in sede provinciale, il Di Puorto ha esibito una lista di candidati composta da membri non attivi nel panorama politico locale e da diversi suoi congiunti, all’insegna della più becera politica clientelare. 

La decisione di mettere in campo una seconda lista nasce, quindi, dalla consapevolezza di una diversa visione di partito e del momento di rinnovamento che la politica di centrosinistra sta attraversando. 

Il gruppo si pone, quindi, come alternativa ad una parte del partito che pensa ad arroccarsi su posizioni ormai superate e che tengono conto solo dei numeri, perdendo spesso il contato con ciò che avviene all’esterno, diventando insensibile alle esigenze della comunità nel quale il partito vive.

Il gruppo CambiaVerso, si riserva di presentare nei prossimi giorni il suo candidato alla segreteria, sostenuto da tutti quei militanti che vedono di buon occhio l’elezione di un giovane che promuova sia il rinnovamento che l’apertura del partito alla comunità.

Lo stesso gruppo ha unanimemente deciso di andare avanti da solo per non mortificare ulteriormente la parte attiva di questa nascente delegazione che vede una pericolosa deriva verso l’elezione, in seno al direttivo PD, di personaggi notoriamente appartenenti alla destra storica cancellese. 

Con la certezza di contribuire alla creazione di un partito plurale che sappia costruttivamente confrontarsi sui temi, mettendo in campo le sue energie migliori, il gruppo Cancello Arnone CambiaVerso auspica un partito aperto, che si affianchi ai cittadini comprendendone i problemi, scevro da individualismi fini a se stessi. 

Tutto ciò in un paese notoriamente di indice destrista dove la sinistra, negli ultimi anni, ha perseguito un’azione fallimentare da molti punti di vista.

C.s.

Il portavoce del gruppo promotore “Cancello Arnone CambiaVerso”, Daniele Abbate.